MARATHON CB 2020

MARATHON CB 2020

PERCORSO CARNIABIKE MARATHON 2020

SCARICA MARATHON CB 2020.gpx

DESCRIZIONE

Partenza dal centro di Villa Santina in direzione Laghetto, poco prima di arrivare nella località si svolta a destra su una strada bianca per effettuare l’attraversamento del fiume Degano (in occasione della gara sarà realizzata una strada che permetterà di guadare il fiume, per chi prova la gare nei giorni precedenti la manifestazione effettuare l’attraversamento sul ponte della SS52 Carnica in direzione Enemonzo che si può prendere in prossimità del campo sportivo), proseguire poi sulla strada sterrata che costeggia la SS52 Carnica, svoltare a destra nel secondo sottopassaggio della SS52 carnica e seguire le indicazioni per QUINIS e poi ENEMONZO seguendo il tracciato del percorso MTB di Enemonzo.

enemonzo

Dopo questo ultimo tratto asfaltato, poco prima di entrare nell’abitato di Enemonzo si svolta a destra su strada bianca prima in piano e poi in salita, una volta affrontato l’ultimo tratto di salita, breve ma impegnativa, si gira ancora a destra verso l’abitato di Colza (Km 6), che si attraversa mantenendosi su via centrale e poi su via del Bosco, si gira a destra verso località San Yuri e poi a sinistra in via Vedrausa, dove un diverte sentiero in discesa vi porterà verso Raveo.

Finita la discesa, si attraversa la strada provinciale e si prosegue su strada bianca in leggera discesa, i piccoli guadi presenti sulla carreggiata se presi ad una discreta velocità vi faranno sobbalzare e divertire (tenete ben saldo il manubrio).

Arrivati in fondo alla strada, ci si ritrova all’incrocio con la SP35 che porta a Raveo, svoltare a sinistra e poi subito dopo il ponte sul torrente Chiarzò a desta seguendo le indicazioni per Cul Budin (Km 10), proseguire sulla salita  immersa in un bellissimo bosco di Faggi per una lunghezza di circa 2Km, arrivati in cima a quota di circa 536m proseguire in discesa, molto facile e veloce, mista tra strada bianca e asfaltata che ci porta a Raveo.

ciclabile raveo

Si attraversa il paese di Raveo e si prosegue in direzione Val Die – Pani, la salita si presenta abbastanza impegnativa e i km da percorrere sono 3.5, con l’ultimo pezzo caratterizzato da ben 8 tornanti moto ravvicinati; finalmente un breve attimo di respiro mentre si scende verso la bellissima e verdissima Val Die, lungo incantato costellato da bellissimi stavoli. Proprio al termine della discesa sulla sinistra e presente un fonte di acqua potabile (Km18).

valdie

Poco più avanti della fonte di acqua si prende la prima strada che svota sulla destra e si prosegue in piano per circa  1km, poi si svolta a sinistra su un strada pettonata per il primo tratto e poi bianca che pian piano attraversando zone boschive e prative vi faranno guadagnare quota. All’incrocio con un stradina asfaltata (Km 20.6) procedete a destra, quando uscirete dal bosco si aprirà davanti a voi un splendido panorama sulla vallata di Pani (1051m SLM).

conca di pani

Proseguiamo in discesa e poi di nuovo in salita fino ad arrivare nel punto più panoramico di tutto il tracciato (Km24), una sosta è d’obbligo sotto il secolare Faggio da dove si domina la valle del Tagliamento (punto di ristoro durante la gara).

faggio solitario

All’incrocio si svolta a sinistra e giù in discesa, in località Nestona (poco dopo aver passato la fattoria) si gira a sinistra (Km 26) e si imbocca una stradina bianca, dopo circa 200m si gira nuovamente a sinistra e si imbocca un bellissimo sentiero in discesa, veloce e ben guidato con un ottimo fondo, che vi porterà fino in località Tartinis (Km28,5).

Si inteseca di nuovo la strada asfaltata e si svolta a sinistra in salita di prosegue per circa 600, poi si gira a destra giù per un sentiero che porta Fresis, si attraversa il paese e poi ancora su sentiero che scende fino in località Mulinut, si attraversa il torrente Filuvigna e poi si risale lungo sentieri tra boschi e prati fino a raggiungere l’abitato di Viaso, al primo incrocio subito dopo il ristorante LA BAITA si gira a destra, da qui si prosegue seguendo il sentiero fino ad arrivare a Lungis da dove percorrendo la strada asfaltata si arriva fino a Feltrone (Km36).

Subito dopo il paese si gira sulla sinistra e si seguono le indicazioni del percorso di Medis, anche qua un bel sentiero in discesa tutto da guidare vi riporterà in località Lungis.

mediis lungis

Attraversato il Paese di Lungis si svolta a sinistra e ci si immette in un bellissimo sinlge-track immerso nel bosco che ci riporta in direzione Viaso, si scende poi giù per la strada principale e poco prima della rotonda si svolta a destra passando sul ponte costruito per il passaggio degli animali che attraversa la statale SS52, dopo il ponte si gira a nuovamente a destra e ci si dirige verso Nonta percorrendo la caratteristica stradina che taglia il piccolo borgo. Si svolta poi a sinistra verso Socchieve e mantenendo sempre la destra si attraversa prima il guado sul fiume Lumiei e poi lo stretto ponte sul fiume tagliamento.

Attraversato il ponte si gira subito a destra e poi la prima a sinistra, siamo in località Casolare Saletto, da qui inizia la salita in asfalto con pendenza fino al 20%, per fortuna breve, al primo incrocio si gira nuovamente a sinistra e si raggiunge Preone.

 bunker preone

In prossimità del Fortino (ben visibile) si svolta a destra e una volta raggiunta la fontana (Km 47)si svolta nuovamente a destra, da qui si prosegue in salita per circa 1 km arrivati ad un incrocio ben evidente, si svolta a sinistra su strada bianca, si prosegue per 1km con sali e scendi e poi si svolta nuovamente a sinistra imboccando una delle discese più belle della Carnia lungo il sentiero paleontologico.

Finita la discesa che ci riporta nell’abitato di Preone si prosegue per sentieri e stradine bianche fino ad arrivare al campo sportivo, da dove si seguono le indicazione per la cascata Spisulò, un angolo di paradiso dove anche nelle giornate estive più calde è possibile fare un bagno nella piscina naturale scavata tra le rocce da millenni di erosione.

Da qui si raggiunge la il caratteristico CLAP FORAT dove si svolta a desta, arrivati alla fine della strada si presenterà il guado sul fiume tagliamento, da li seguendo la strada sterrata sarete riportati al guado sul fiume Degano fatto in precedenza.

plere

Attraversato il guada si gira sulla destra per effettuare il passaggio vicino al laghetto di Villa Santina, si svolta poi verso il campo sportivo e si riprende la strada che porta verso il centro del paese e la zona di partenza ed arrivo (Km 59,5).

laghetto