Sei forte!

Oggi è la prima volta che scrivo in prima persona e lo faccio solo perché
credo ci siano momenti per fare quello che dice il cuore. Ho appena visto
nel suo letto un uomo pieno di dolore causato dai lividi e dalle botte
procurate con una caduta in bicicletta da corsa. Lo chiamo uomo perché poco
importa il nome e l’incarico che ha nell’a.s.d. Carnia Bike ma quello che
vale è l’impegno e la passione che ci mette nel portare avanti un progetto
che non ha nulla a che fare con i suoi interessi personali. Ci sta mettendo
l’anima con sacrificio personale per far crescere in molti di noi la voglia
e la passione per l’uso della bicicletta e soprattutto il gusto di viverla
in questo meraviglioso paesaggio che si chiama Carnia. Non voglio
pubblicizzare tutte le sue idee a favore di bambini, ragazzi e adulti ma
far capire quanto sta facendo per tutti noi. Nel suo letto, proprio oggi,
mi stava raccontando le nuove idee appena al di là di una Carnia Classic
Fuji-Zoncolan super coinvolgente che ha portato in queste zone tantissime
persone. Già al sabato sera avevamo consegnato la maggior parte dei pacchi
gara. Ora vorrei consegnare una riflessione a chi sta leggendo questo post.
Provate ad immaginare, ai giorni nostri, quanta responsabilità viene posta
al Presidente di un’Associazione Sportiva che si propone in tantissime
iniziative. Dal ciclismo su strada alla MTB fino ad arrivare alla Scuola di
Bici e a tutte le altre attività volte ad usare un’energia sana, pulita ed
economica e che allo stesso tempo ci tiene in forma. Voglio ringraziarlo
personalmente per quanto mi ha insegnato in tutti questi anni ed augurargli
una pronta guarigione. Vi saluto come lo farebbe lui, BUONA BICI A TUTTI