EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Print Friendly, PDF & Email

 

DISTANZA 62 Km
DISLIVELLO 1600 m.
DIFFICOLTÀ molto Impegnativo
FILE GPS cliccare “scarica” sotto altimetria

 

 

UNA PANORAMICA SUL GIRO:   La salita più famosa e temuta da tutti i ciclisti, amatori e professionisti. Con i rapporti sbagliati si rischia di mettere il piede a terra.

LUOGO DI PARTENZA:
Tolmezzo.

DESCRIZIONE PERCORSO: Primo tratto di riscaldamento lungo la vecchia strada che superato il ponte di Caneva conduce a Villa Santina. Alla rotonda proseguire diritti e alle ultime case svoltare sul ponte a sinistra verso Raveo. Salire in paese e tenendo la destra imboccare la nuova stradina che costeggiando il Degano porta in prossimità del ponte di Muina. Salire in paese con una rampa dura e svoltare a destra su vicoli stretti affrontando una breve rampa micidiale. Una volta scollinato si scende verso le frazioni di Ovaro e con diversi ponti possibili si attraversa il Degano e ci si porta in piazza. Da qui si inizia a salire subito con pendenze toste verso Liaris e dopo un breve traverso pianeggiante, con una curva a 90° a sinistra si inizia il Kaiser. Il primo tratto è il più duro ma anche il seguito non lascia respiro. La pendenza diminuisce leggermente in prossimità delle gallerie che sbucano nell’anfiteatro finale, per superare il quale ci sono due tornanti molto panoramici. Dalla sella si scende per 3km su stradina molto ripida e stretta fino ai parcheggi dell’area sciistica. Da qui in giù 10km velocissimi con parecchi tornanti. Quasi a Sutrio si raddrizza un tornante e si va in piano su una strada che passa sopra l’abitato. Questa si immette poi nella strada che porta alle frazioni di Priola e Noiaris. Con una discesa finale ci si immette sulla Statale 52bis e dopo breve tratto si arriva ad Arta Terme. Poco oltre si prende il ponte a destra e attraversando Zuglio si scende dolcemente verso Caneva di Tolmezzo e in breve all’arrivo.

 


 

[qrcode]

Informativa estesa su Attività - Cookie - Privacy