EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Print Friendly, PDF & Email

 

TERRENO asfalto, sterrato e cementata, discesa sentiero
DISTANZA 53Km
DISLIVELLO 2000 m.
DIFFICOLTÀ  Impegnativo
FILE GPS cliccare “scarica” sotto altimetria

CICLABILITA’ discesa quasi totalmente ciclabile, tranne pochi passi in diversi punti. In salita ci sono dei tratti di sentiero molto faticosi da fare in sella ed altri che obbligano a spingere. 

 

Scarica

 

COME RAGGIUNGERE IL POSTO:
Partenza dal distributore Tamoil al ponte di Sutrio

DESCRIZIONE PERCORSO: questo itinerario rappresenta un alternativa un pò più lunga alla classica attraversata della panoramica delle vette integrale salendo da cercivento. Dal Pian delle Streghe si sale verso il Zoufplan e poi Cimon di Crasulina. Si fa la prima parte del sentiero con traversata ciclabile poi discesa a piedi su franetta e salita pedalabile ma durissima su single. Quando spiana invece che andare per comodo sentiero a sinistra verso Casera Valsecca si sale pedalando a destra su sentiero 154. La ciclabilità non è totale ma risulta molto appagante per l’ambiente . In saliscendi ( più sali) e oltrepassando un paio di laghetti si arriva in cima al M.te Pezzacul con bella visuale sulla panoramica. Da qui c’è una traccia che va in cresta verso il Crostis ma si porterebbe la bici in schiena per troppo tempo, sconsigliato. Noi siamo scesi per bella traccia sassosa /erbosa fino alla panoramica. Poi a sinistra fino a località Marinador. Traccia sulla destra e giù seguendo i segni sbiaditi del 153, superando un paio di ruderi, Tarondut e Tarondon. Poi si attraversa il torrente e poco sotto si imbocca una veloce sterrata che porta a Salars. Rientro veloce su asfalto con possibilità di deviazioni offroad già descritte sul sito
 

 




 

Informativa estesa su Attività - Cookie - Privacy