EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Print Friendly

 

TERRENO un po di asfalto, molto sentiero nel bosco
DISTANZA 30Km
DISLIVELLO 600 mt.
DIFFICOLTÀ  poco impegnativo

FILE GPS cliccare “scarica” sotto altimetria

Scarica

 

 

COME RAGGIUNGERE IL POSTO:
Partenza fissata da Resiutta lungo la statale 13, ma si può accorciare partendo e arrivando a San Giorgio o Prato di Resia.

 

DESCRIZIONE PERCORSO:

Da resiutta si entra in Val Resia e subito si va a destra verso borgo Povici. Durante una breve discesetta su asfalto si scende un sentiero a sinistra che parte vicino una catasta di legna. Lo si percorre in saliscendi molto divertente fino alla passerella di Tigo( circa 8Km). La si attraversa e su asfalto si risale la vallata, oltrepassando i bivi per Carnizza e Oseacco. Poi dopo circa 10Km in località Braide si seguono i cartelli del sentiero Ta Lipa Pot. Molto bello e quasi tutto ciclabile, lo si segue fino alla radura con stradina bianca. Qui si può decidere se rientrare su strada fino a Stolvizza o proseguire per il sentiero. Nel secondo caso si fa ancora un pezzo in piano e poi inizia il sentiero in salita da spingere. Pochi minuti e si sbuca su un ampio prato in vista di Stolvizza in mezzo alle coltivazioni di aglio strok. Si arriva in breve a Stolvizza e si raggiunge la piazza dell’arrotino. Poco più in alto si scorge l’indicazione del sentiero Ta Lipa Pot e lo si percorre in discesa per breve tratto. Volendo si segue l’ansa che fa il tracciato, volendo si taglia subito a sinistra. Poi si segue senza pericolo di perderlo per diverso tempo. Il sentiero alterna tratti facilissimi e scorrevoli interrotti da un passaggio tecnico che non tutti sapranno fare in sella. Dopo parecchio pedalare molto divertente il tracciato gira in discesa a sinistra, noi abbandoniamo il Ta Lipa Pot e andiamo dritti per un altro tratto divertente che poi finisce ai piedi di una serie di tornanti da fare a spinta. Si arriva così ad una stradina asfaltata che in breve porta a Prato di Resia. Attraversare il centro e dopo la scuola svoltare a sinistra e scendere nella zona produttiva. Appena arrivati bisogna abbandonare l’asfalto e prendere un sentiero molto nascosto ma una volta scovato facile da seguire. Si supera una salita e poi la discesa punta a destra. Si arriva alle case di Bric e si va in discesa a sinistra su un bel sentiero che termina con una scalinata da fare a piedi in prossimità del ponte sul Barman. Asfalto in discesa fino alla passerella di Tigo dove si consiglia di ripercorrere lo stesso sentiero dell’andata. 


UNA PANORAMICA SUL GIRO
Bell’itinerario di fondovalle senza grossi dislivelli adatto a chi vuole migliorare la tecnica di guida su sentiero.

 

NOTE: questo sommato agli altri itinerari qui e qui rappresenta una panoramica quasi completa sulle possibilità ciclistiche della vallata.

Informativa estesa su Attività - Cookie - Privacy