EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

Print Friendly, PDF & Email

 

TERRENO niente asfalto o quasi, discesa su sentiero e salita su strada sterrata
DISTANZA 16Km
DISLIVELLO 1000 mt.
DIFFICOLTÀ  impegnativo

FILE GPS cliccare “scarica” sotto altimetria

 

 

COME RAGGIUNGERE IL POSTO:
Partenza fissata al campo sportivo di Malborghetto, che si raggiunge svoltando al semaforo lungo la Statale13 a Malborghetto

 

DESCRIZIONE PERCORSO:

Prendere una pista che si stacca dal campo sportivo inizialmente in piano, poi in salita sterrata vicino al tracciato del metanodotto. Qualche strappo un pò smosso ma sempre ciclabile fino in forcella. Discesa verso Valbruna su ottima forestale. Breve tratto di asfalto entrando in Val Saisera e poco prima del cimitero austriaco si prende a destra la salita. Con parecchia fatica si arriva a Malga Rauna e appena sopra a cappella zita. Qui il tracciato diventa sentiero ed entra nel bosco. Pedalabile a fatica , la salita finale porta allo scollinamento e alla bella discesa su sentiero verso Malga Strachizza. Dalla malga in giù fino a Malborghetto è tutta strada forestale che invita alla velocità. 

Una volta a Malborghetto si attraversa la statale e si prende una strada che appena sopra le case sale il versante opposto verso sinistra. Dopo un paio di chilometri si prende a destra una bella strada militare che con pendenza costante e non troppo faticosa porta verso il monte Stabet. Ci sono due frane da superare con bici al fianco per pochi metri. Si abbandona questa pista ad un tornante sinistrorso , prendendo una sterrata che scende veloce verso Casera Mezesnik. Appena sotto la casera dalla strada parte un sentiero a destra che scende tecnico ma ciclabile fino a Ugovizza. A metà trascurare le indicazioni per Malga Priu e tenere sempre la destra. 

Da Ugovizza salire la val Uque su asfalto fino al bivio per la rotonda, prendere a destra e subito seguire la strada che sale. Altra lunga salita fino alla rotonda e poi si traversa arrivando a Malga Acomizza. Si vede un sentiero che taglia in piano il versante sud del pendio e con un tratto fangoso si perviene ad un bel sentiero a tornanti che porta al bivacco di cima Muli. Andare a sinistra passando davanti alla porta del WC e imboccare un sentiero tecnico a tratti ripido che con un paio di salitelle e molta discesa entusiasmante porta alla palestra di roccia della val Bartolo. Gli ultimi tornanti sono molto stretti, ciclabili per qualcuno. Dalla Val Bartolo si scende lungo una bellissima stradina e poi , alle prime case si spinge a destra in salita e si percorre un bel sentiero che sovrasta Camporosso portando alla chiesa. Rientro a Malborghetto per la ciclabile.


UNA PANORAMICA SUL GIRO
questo itinerario racchiude tre giri , tutti meritevoli di una gita. Ottimo da fare a tappe se si soggiorna in zona per vacanza

 

 

Informativa estesa su Attività - Cookie - Privacy